Tu sei qui

Storia, storie

La lezione sorridente di Romeo Bassoli

Un ricordo del pioniere del giornalismo scientifico in Italia, e del grand'uomo che è stato.

Quel matrimonio felice tra Scienza e Filosofia rovinato dai soldi

Un’esperienza di incontro tra “le due culture” a Milano prosegue da sette anni con ottimi risultati e attraendo studenti dall’estero. 

Ma ora rischia di perdersi per mancanza di finanziamenti

Quando e quanto è lecito preoccuparsi?

Sars, Mers, H7N1. Gli acronimi delle nuove epidemie cominciano ad accavallarsi. L’informazione è spesso carente. E le misure per prepararsi a un eventuale Big One infettivo sembrano inesistenti

Una fiaba contemporanea

La storia della mastectomia profilattica di Angelina Jolie chiama in causa pulsioni profonde: l’amore della madre che si sacrifica per i figli, la forza dell’amazzone che si taglia il seno per combattere il nemico, il trionfo della bellezza e della seduzione

Cosa hanno in comune Angelina Jolie e Celentano
L’attrice affida al New York Times la rivelazione: «Mi sono sottoposta a un intervento di doppia mastectomia preventiva per scongiurare il rischio di cancro al seno». Il timore è che scoppi l’emulazione e che le donne si mettano in fila per sottoporsi a test genetici. Ma cosa può la medicina quando in campo scendono i testimonial?
L’ambiente fa paura. Ma solo quando c’è di mezzo l’uomo

Un’indagine del Cnr mostra quali sono le percezioni degli italiani in tema di rischio ambientale e scopre che l’inquinamento fa più paura dei terremoti

Federalismo sanitario. Cronaca di un fallimento annunciato
Ormai non è più un problema di qualità dei servizi offerti. Il Servizio sanitario nazionale è saltato per essere sostituito da 21 servizi sanitari locali dominati da gestioni politiche, risorse, culture diverse
Stanno facendo a pezzi la prevenzione
I direttori dei dipartimenti di prevenzione delle Asl riuniti a Bologna pubblicano un documento/appello: «alcune Regioni italiane non comprendono come la prevenzione e la promozione della salute rappresentino oltre che un fattore di crescita sociale e culturale della società anche un elemento di sviluppo economico»
L’infermiere è bravo quanto il medico

Esiste un'ampia gamma di patologie poco complesse in cui l'infermiere può sostituire il medico di medicina generale. Uno studio spagnolo rilancia l'ipotesi degi "infermieri di famiglia": farebbero recuperare efficienza al servizio sanitario.

«Italiani, ma come fate a vivere così a lungo?»

Se si esclude il Giappone siamo i più longevi e anche quelli che godono di migliore salute nella Terza Età. Gli inglesi, feriti nell’orgoglio, se la prendono. E la Bbc chiede consiglio a Stefania Salmaso

Ora basta con queste pillole
In questo strano momento della storia italiana si fa più forte la voce di quanti propongono soluzioni semplificate ed estreme ai problemi. Un suggerimento: impari l’appropriatezza dalla medicina
Guadagnare Salute coglie i primi frutti?
Sovrappeso e obesità nei bambini sono in calo. Non sono numeri da cambiamento epocale, ma un buon segnale. Un’ipotesi: e se i programmi di promozione della salute attivati negli ultimi anni stessero cominciando a sortire i primi effetti?
L’emancipazione sbagliata
Dovevano essere le donne a contaminare il mondo dei maschi. Invece è successo il contrario. A sottolineare la direzione errata dell’emancipazione femminile è ora anche uno studio epidemiologico
Il lutto tra pillole e parole

L’unica strada percorribile per entrare nella sofferenza del lutto di una persona è la narrazione. L'esperienza dei gruppi di auto-mutuo aiuto per il lutto in Italia, documentata in un volume di Luigi Colusso

L'incertezza evitabile, tra ricerca e comunicazione

In un video, la complessa e decennale vicenda di malattia di Alessandro Liberati. Che diventa un'occasione per ripensare dove vanno oggi la medicina e la ricerca

Fumo. Stop ad aromi e a pacchetti glamour
Presentata dalla Commissione europea, la proposta di revisione della direttiva sui prodotti del tabacco. Mira a tenere i giovani alla larga dal fumo
Noi medici, da Don Abbondio a Charlot

L’azienda e il mercato sono diventati i paradigmi entro cui si muove la sanità. La tecnica il suo linguaggio. Occorre rimettere al centro la salute. Ma per farlo c’è bisogno che l’intera società assuma come valore principale la vita, di cui la salute è attributo irrinunciabile.

Nasce la cartella clinica umana
Al San Filippo Neri di Roma parte una sperimentazione con pochi precedenti: nella cartella non ci saranno solo esami e anamnesi, ma anche i racconti e le storie personali dei pazienti, scritte di loro pugno
Le parole per continuare a sentirsi normali

Cosa succede a un genitore quando il proprio bambino riceve una diagnosi di tumore? E quali linguaggi può usare la sanità per rispondere a una ferita che si estende lungo tutto il corpo familiare? È sufficiente la medicina basata sulle prove di efficacia?

On line il nuovo numero di Janus

Il bambino non è un piccolo adulto. Questo il titolo del numero 7 di Janus che esplora le peculiarità della Pediatria, un modello a cui le altre branche della medicina guardano con attenzione. Ma allo stesso tempo frontiera di una nuova sfida per i sistemi sanitari. Scarica la copia digitale

Il cinema non sa raccontare il cancro

Uno studio italiano presentato al congresso della Società europea di oncologia medica mostra che la rappresentazione cinematografica della malattia non è realistica: il tumore colpisce in genere giovani ricchi che alla fine soccombono

Lo scoop fa bene alla scienza. Ma solo se è vero

Su Report un’invenzione apparentemente rivoluzionaria diventa la metafora di un Paese che si lascia scappare le idee migliori. In realtà le cose sono più complesse

A proposito di psicoanalisi

Cos’è la psicanalisi oggi, a quasi un secolo dalla morte di Freud? E come si colloca in rapporto alle altre discipline? Domande di attualità, dopo che la condanna di un tribunale francese ai danni di una regista che aveva criticato la disciplina, ha riacceso il dibattito anche in Italia.

La scienza buca lo schermo

A Milano dal 2 all’8 maggio 2012 il Vedere la scienza festival, una rassegna di film accomunati da un’unica caratteristica: la scienza è il cuore del racconto. L'edizione di quest’anno sarà dedicata al genio di Alan Turing.

Lo zingaro della medicina che l’Italia non ha apprezzato

The Lancet pubblica un ritratto di Paolo Macchiarini, il chirurgo italiano che lo scorso giugno ha eseguito per la prima volta nel mondo un trapianto di trachea senza donatore. Ma non lo ha fatto in Italia.

La censura su Margherita Hack

A Mezzolombardo gli ultrà cattolici non la vogliono nel teatro parrocchiale. Presentazione del suo libro annullata, poi spostata nella palestra comunale.

L’India a un passo dalla vittoria sulla polio

Adesso è ufficiale. L’Oms ha cancellato il Paese asiatico dalla lista di quelli in cui la malattie è attiva. Rimangono ancora Afganistan, Nigeria e Pakistan.

«Qualcosa faremo». Il fare e il narrare nel lutto
Forse non raggiunge i livelli di altri film centrati sul lutto, ma Rabbit Hole mostra i limiti del parlare e delle parole, della narrazione e della condivisione quando ci si confronta con una perdita. Non c’è altra strada che percorrere in solitaria l’intero cammino che porta a elaborare il lutto.
Il dottor Knock è sempre di scena

Una nuova rappresentazione della pièce teatrale di Jules Romains è lo spunto per una riflessione sulla giusta misura in medicina e della ricerca di quel “meno” che contenga anche il più. A maggior ragione oggi, in cui è sempre più labile il confine tra malato e consumatore.

Duecento anni di New England

Il New England Journal of Medicine festeggia il suo secondo secolo di vita. È il più antico giornale medico del mondo ancora in attività

 

 

La rivoluzione egiziana raccontata dai murales

A una anno dalle manifestazioni di piazza Tahrir il sito di MotherJones racconta la rivoluzione egiziana con le immagini realizzate dagli artisti di strada.

 
La baracca degli angeli

Le storie dei piccoli ammalati assistiti dai centri della Fondazione Don Carlo Gnocchi raccontate da un narratore atipico: un manager, membro del consiglio di amministrazione della Fondazione

 

Obiettivo trapianto

Un fotografo segue per tre anni un’equipe chirurgica documentando l’intero percorso del trapianto. Ne sono nati un libro e una mostra con pochi precedenti

 

Egualmente diseguali: qualcosa sta cambiando?

Nessun rilievo è stato dato al fatto di avere un ministro privo di un braccio. Scommetto che vent’anni fa questa sarebbe stata la diversità sottolineata dalla stampa, magari anche in senso positivo, come segno di una conquistata uguaglianza dei diritti. Ma non oggi...

Il corpo umano si fa arte

È a Roma da due mesi la mostra Body Worlds: corpi umani conservati ed esposti come opere d’arte.  Ed è un successo di pubblico

 

Un Di.To. per disegnare

La disabilità a Torino trova idee, informazioni e risposte in un portale online pensato e progettato per le famiglie con bambini disabili in età compresa fra zero e dieci anni. Si chiama Di.To, il suo segreto? Una redazione capace di guardare a 360 gradi.

 

A spasso nella storia (dell'uomo)

La grande storia della diversità umana in mostra a Roma. Un progetto internazionale, con reperti in arrivo da musei e istituzioni di tutto il mondo, ci spiega come siamo riusciti a popolare l’intero pianeta, costruendo le diversità umane che lo caratterizzano.

Ho una malattia troppo popolare

Da male innominabile il cancro sta diventando uno degli oggetti più presenti nella letteratura e, in generale, nell’immaginario collettivo. Ma cos’è che rende il tumore così cool?

 

Quando la medicina impara dalla guerra

Giorgio Cosmacini, in un volume da poco pubblicato, ripercorre l’arco di tempo che va dall’antichità ai nostri giorni e ricostruire tutti i diversi intrecci tra le due più opposte attività dell’uomo.

Open cancer

Lentamente il cancro sta lasciando la sfera privata per occupare quella pubblica. I malati, sempre più spesso, si raccontano superando tabù e paure.

L’ultimo esempio è quello di la Repubblica che alle storie in prima persona dei malati di cancro ha dedicato una sezione del quotidiano on line.

Ospedale: no smoking area

L'ospedale diventa una no smoking area anche per i medici ospedalieri. Succede in alcuni Stati degli Usa. Inammissibile che la raccomandazione di non fumare sia fatta da un dottore con la sigaretta in bocca. 

Tale proibizione ha sollevato reazioni molto contrastanti. 

Un SMS per smettere di fumare

In luglio, sulla rivista Lancet, un team di ricercatori anglo-australiani  ha riportato i risultati di una terapia a base di SMS inviati al fumatore per indurlo a smettere di fumare. Il cellulare è ormai usato dai 2/3 della popolazione mondiale e, se la terapia funzionasse, l’impatto potrebbe interessare un numero di fumatori molto rilevante.

Lo studio ha riguardato oltre 5.000 fumatori intenzionati a smettere. Nel mondo i fumatori sono circa 1 miliardo. A causa del fumo 5 milioni muoiono ogni anno, ma per il 2025 si raggiungeranno i 10 milioni. Una cifra drammatica non solo per i decessi, ma anche per la patologia fumo-indotta e, non ultimo, per i costi sociosanitari.

Una psicologa al cinema

Anticipiamo un contributo in uscita sul numero 3 di Janus su carta. Dalla rubrica Vi racconto la mia professione, la storia di una psicologa dell’arte. Lontana dai medical drama, e amante di quelli che sono stati definiti, non senza un certo humour, i moderni teatri di anatomia.

Pesci fuor d’acqua

Una kit da laboratorio pensato per consegnare ai bambini disabili la storia di due pesciolini, Lampo e Skeggia, che si inventa e si racconta ogni volta in modo diverso. È una delle proposte di Di.To, il portale torinese per famiglie con bambini disabili.

Medical thriller all’italiana

Il medico chirurgo Alessia Gazzola, specializzanda in medicina legale, si scopre scrittrice a 29 anni con L’allieva, un romanzo che si inoltra nel campo minato del medical thriller, e regala una voce italiana al genere di Patricia Cornwell, Kathy Reichs e Robin Cook.