Tu sei qui

Possiamo ancora fidarci?

Autori: 

Le carte con cui ogni giorno milioni di persone prendono con i loro medici decisioni da cui dipende la loro vita, o almeno il grado di sofferenza e dolore, sono truccate. Quel patrimonio di conoscenze che si è andato accumulando grazie alla ricerca clinica, infatti, non fornisce sempre le informazioni scientificamente fondate su cui pensiamo di poggiare le nostre scelte. È stato infatti inquinato alla fonte, perché sono stati sottratti dei dati per interessi commerciali, perché altri sono stati manipolati per influenzare medici e malati.

Questa la denuncia del medico e giornalista britannico Ben Goldacre nel suo “Bad Pharma” (uscito in Italia per Mondadori col titolo “Effetti collaterali”) che argomenta la sua tesi con una minuzia di particolari che rasenta l’ossessione.

Il timore principale dell’autore, infatti, non è la querela, ma di non essere creduto dai lettori.

Timore non infondato contro cui viene in soccorso la cronaca.

Quella che, per esempio, racconta come nell’estate del 2012 la casa farmaceutica britannica GSK subiva negli USA una multa di 3 miliardi di dollari. La società aveva ammesso la colpevolezza per tutte le accuse penali dell'inchiesta, tra cui quella di aver foraggiato con milioni di euro le prescrizioni dei medici e soprattutto quella di aver nascosto per anni che per esempio il suo antidiabetico Avandia (rosiglitazione, ora non più in commercio in Europa), anziché proteggere il cuore, poteva danneggiarlo. 

Ma quello di GSK non è un caso isolato: solo negli ultimi anni diverse multinazionali – da Eli Lilly ad Abbott, da Pfizer a Merck --  del farmaco  hanno accettato sanzioni miliardarie, dopo aver ammesso tutte le colpe.

Ma non è solo Big Pharma la protagonista di quest’inganno. Goldacre ne ha per tutti: i comitati etici, le Università, gli editori delle riviste scientifiche e, soprattutto, le autorità di controllo, come l’EMA in Europa o la FDA in USA, che, nonostante le multe, lascia che tutto continui come prima.

Per saperne di più

Ben Goldacre, "Effetti collaterali. Come le case farmaceutiche ingannano medici e pazienti", Mondadori, 2013

Aggiungi un commento