A spasso nella storia (dell'uomo)

Autori: 

A vedere Luigi Luca Cavalli Sforza e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano (venuto per l’inaugurazione) passeggiare lenti fra le ampie sale di Palazzo delle Esposizioni, sembra di riconoscere due vecchi amici che discutono di scienza. In occasione dei novant’anni il più celebre genetista italiano, che ha curato l’allestimento insieme al filosofo della scienza Telmo Pievani, Roma apre al pubblico una mostra ambiziosa, che racconta la storia dell’umanità attraverso un grande affresco multidisciplinare: Homo sapiens. La grande storia della diversità umana.

Il manifesto nelle parole di Cavalli Sforza: «Noi abbiamo un bisogno estremo di capire meglio noi stessi e di imparare a usare nel modo migliore la nostra eredità culturale». Il percorso della mostra sembra una risposta puntuale a questa osservazione: un progetto internazionale che coinvolge non solo l’Italia, ma Australia, Francia, Georgia, Germania, Stati Uniti, Sud Africa, con il contributo di sedici Università e più di trenta musei e istituzioni di tutto il mondo. 

Per la prima volta un gruppo internazionale di antropologi, linguisti, genetisti e paleontologi del calibro di Niles Eldredge, Rob DeSalle, Tim White, Spencer Wells, Ian Tattersall e Lee Berger, che hanno unito i risultati delle loro ricerche a ricomporre il mosaico della storia dell’evoluzione umana

Come avevano fatto altri ominidi prima di lui, duecentomila anni fa Homo sapiens ha lasciato il continente africano iniziando un viaggio che lo ha portato a colonizzare l'intero pianeta, a convivere con altre specie umane e formare la grande varietà di popolazioni e di culture che conosciamo.

Il cammino di Homo sapiens ci spiega come i nemici di oggi, gli arabi e gli ebrei che convivono in Palestina, siano figli della stessa storia. Regioni oggi devastate da conflitti sanguinosi come l’Afghanistan, il Caucaso e l’Iraq, sono state in epoca molto antica vie di passaggio e luoghi d’origine degli scambi e delle ibridazioni più importanti nella specie umana. 

Homo sapiens è organizzata da Codice. Idee per la cultura e Azienda Speciale PalaExpo. La mostra resterà aperta fino al 12 febbraio 2012. 

Aggiungi un commento